Mese: dicembre 2017

«Il bene e il male, la vita e la morte trovano risposta in Cristo»

Al termine dell’anno civile viviamo la festa della Santa Famiglia di Nazareth e la liturgia ci presenta questo brano tratto dall’opera di Luca. Si tratta di un testo particolarmente interessante a partire dai protagonisti che compaiono sulla scena. Da una parte la Santa Famiglia, il piccole Gesù con Maria e Giuseppe, dall’altra il vecchio Simeone e la profetessa Anna. In essi si incontra e si fonda il vecchio e il nuovo testamento, la vecchia e la nuova alleanza. Molto suggestivo l’incontro con il vecchio Simeone, da cui scaturisce il cantico che ogni sera siamo chiamati ad elevare al Signore nella preghiera di compieta. In esso si può riassumere l’intero senso della vita di un uomo in ricerca di Dio, di ogni tempo e di ogni luogo. Continua la lettura di “«Il bene e il male, la vita e la morte trovano risposta in Cristo»”

Testamento biologico, quando il pietismo fa rima con nazismo

«Regolerò il tenore di vita per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio; mi asterrò dal recar danno e offesa. Non somministrerò ad alcuno, neppure se richiesto, un farmaco mortale, né suggerirò un tale consiglio». Inizia così il Giuramento di Ippocrate, redatto intorno al IV° secolo A. C. e ampiamente disatteso dai medici di tutto il mondo. Continua la lettura di “Testamento biologico, quando il pietismo fa rima con nazismo”

«Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce»

Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce“. Credo che nessuna definizione sia più azzeccata e attuale che questa, che ci da il profeta Isaia.

Nel buio del mondo, tra le troppe voci e minacce di violenza, di terrorismo e di guerra, sopra le nostre tante paure ed incertezze, rifulge la piccola luce che si irradia in tutto il creato dalla grotta di Betlemme. Continua la lettura di “«Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce»”

«Nulla è impossibile a Dio!»

Nulla è impossibile a Dio. Così termina l’angelo rivolgendosi a Maria, giovane ragazza della Galilea a cui è stata appena fatta la proposta di diventare la madre del Figlio di Dio. Ed è proprio così che funziona ed agisce il nostro Dio, capace anche di scrivere diritto sulle righe storte, che nonostante le nostre difficoltà continua a fidarsi di noi. Un Dio che ancora una volta predilige ciò che è piccolo ed umile, dimenticato, scartato e sconosciuto alle logiche del mondo. Un Dio che non si impone ma si propone, che rispetta la nostra libertà e richiede il nostro assenso per fare di noi e con noi grandi cose. Continua la lettura di “«Nulla è impossibile a Dio!»”

Libia, migranti arrivano in aereo. Esultano Governo e Vaticano

Sono arrivati a bordo di un C130 dell’Aeronautica Militare, i primi 162 migranti grazie al primo corridoio umanitario, frutto di un lungo lavoro che ha coinvolto l’Italia, il governo libico, l’Onu e il Vaticano, rappresentato dalla Conferenza Episcopale Italiana. Continua la lettura di “Libia, migranti arrivano in aereo. Esultano Governo e Vaticano”