Categoria: Editoriale

Testamento biologico, quando il pietismo fa rima con nazismo

«Regolerò il tenore di vita per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio; mi asterrò dal recar danno e offesa. Non somministrerò ad alcuno, neppure se richiesto, un farmaco mortale, né suggerirò un tale consiglio». Inizia così il Giuramento di Ippocrate, redatto intorno al IV° secolo A. C. e ampiamente disatteso dai medici di tutto il mondo. Continua la lettura di “Testamento biologico, quando il pietismo fa rima con nazismo”

Francesco Mangiacapra, la verità sull’escort che adesca sacerdoti

Difendere l’indifendibile è scorretto, tanto quanto Francesco Mangiacapra, il marchettaro (così ama definirsi) che va a caccia di sacerdoti. Lo abbiamo visto ovunque. E contattò, tempo fa, anche me. Continua la lettura di “Francesco Mangiacapra, la verità sull’escort che adesca sacerdoti”

A che servono i militari a Napoli?

A che serve dispiegare centinaia di militari nelle strade di Napoli? Qualcuno dice per la sicurezza, contro il terrorismo islamico. Ma è così? Direi proprio di no.

Se ad esempio uno jihadista affiliato all’Isis volesse detonare, lo farebbe senza problemi. Potrebbe saltare in aria nella Stazione Centrale arrivando dalle città vicine. Se ad esempio un islamista arrivasse da Pozzuoli, chi preverrebbe il misfatto? O c’è forse qualcuno che si accollerebbe la responsabilità di controllare gli accessi in stazione? Figuriamoci! È già troppo se il controllore chiede il biglietto! Continua la lettura di “A che servono i militari a Napoli?”

La Sardegna sarebbe in grado di gestirsi autonomamente?

La Sardegna sarebbe in grado di gestirsi autonomamente come Stato? La risposta è no.

Le risorse nell’Isola non mancano, ma sono del tutto insufficienti. La bassa natalità, croce e delizia, ne rappresenta l’emblema. Si consuma poco e si produce in maniera direttamente proporzionale. Se un tempo si viveva esclusivamente dall’agricoltura, oggi non sarebbe possibile. Come l’allevamento, che copre il fabbisogno isolano senza possibilità di produrre la ricchezza necessaria per guidare l’economia secessionista. Continua la lettura di “La Sardegna sarebbe in grado di gestirsi autonomamente?”

Programmi spazzatura per spettatori spazzatura

Quando penso alla bassezza del livello culturale in Italia, mi cascano le braccia. In questi giorni il dibattito dovrebbe riguardare il vitalizio che verrà assegnato ai parlamentari. La data è quella di venerdì 15, ovvero 4 anni, 6 mesi e 1 giorno dall’avvio della legislatura.

Si dovrebbe innescare una rivoluzione. I cittadini dovrebbero ribellarsi, scendere in piazza, costituire sit-in. Nemmeno i nati dopo il 1980, che andranno in pensione a 75 anni, proferiscono parola. Cornuti e mazziati. Se mai arriveranno al traguardo, ben poco godranno della stessa. Mentre i parlamentari andranno in pensione a 60 anni in caso di seconda rielezione. Continua la lettura di “Programmi spazzatura per spettatori spazzatura”

Castrazione chimica per gli stupratori di Rimini

Una condanna esemplare, con la certezza di una pena severa. E’ quanto servirebbe per evitare lo stillicidio di stupri contro le donne. Proprio oggi la squadra mobile della Questura di Rimini ha preso un terzo componente del gruppo di quattro persone ricercate per il doppio stupro della scorsa settimana a Rimini Miramare.

Tuttavia, minorenni o meno, tolleranza zero. Servono azioni concrete, atti esemplari che siano di monito verso tutti. La castrazione chimica e l’espatrio, potrebbero costituire un deterrente verso questi balordi che sono peggio degli assassini. Poiché le ferite si portano a vita e sanguinano ogni qualvolta cala il sole. Un danno permanente che non può essere riparato. Continua la lettura di “Castrazione chimica per gli stupratori di Rimini”