Categoria: Sanità

Charlie Gard, ecco la nota dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù

E’ arrivato il documento del team dei medici guidati dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma inviato al Great Ormond Street Hospital di Londra. Ecco cosa dice:

“Siamo un gruppo di clinici e ricercatori sulle patologie mitocondriali – si legge – e abbiamo studiato per lunghi anni la sindrome da deplezione del Dna mitocondriale (mtDNA). Nei pazienti con mutazioni RRM2B, la mancanza dell’attività della proteina RRM2B ha l’effetto di ridurre i livelli di deossinucleotide trifosfato mitocondriale (dNTP), che a sua volta, causa la deplezione del DNA mitocondriale (1-5). Vorremmo chiarire meglio alcuni punti che riguardano la potenziale applicazione della terapia con deossinucleotidi per il trattamento delle forme di sindrome da deplezione del DNA mitocondriale (MDS) con mutazione di RRM2B”. Continua la lettura di “Charlie Gard, ecco la nota dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù”

Epatite A, emergenza contagio tra omosessuali

Se ancora non si parla di epidemia, poco ci vuole. E, dati alla mano, c’è poco spazio per l’immaginazione. A lanciare l’allarme è l’Arcigay, che mette in guardia la comunità LGBT italiana. Da alcuni mesi, infatti, è in corso un picco anomalo di Epatite A.

Da agosto 2016, data in cui si è tenuto il mega raduno gay europeo ad Amsterdam, identificato dagli esperti come il focolaio del virus, a febbraio 2017, i casi di epatite A registrati in Italia sono infatti drammaticamente quintiplicati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo il sistema di monitoraggio S.E.I.E.V.A., il picco è particolarmente rilevante tra gli omosessuali e trans. A marzo 2017, la percentuale interessata dal picco epidemico era del 60,8% sulle nuove diagnosi, contro l’8% osservato nel 2015. Continua la lettura di “Epatite A, emergenza contagio tra omosessuali”

Europa a rischio poliomielite

L’Europa torna a rischio poliomielite. E il dato è inconfutabile: «La grande Europa è diventata “polio free” nel 2002», ha dichiarato il Commissario europeo per la salute, il cardiologo lituano Vytenis Andriukaitis. «Questo status ora è a rischio, a causa della bassa immunità della popolazione e delle lacune di immunizzazione, anche nei paesi Ue», ha specificato, osservando anche che «ogni anno nel mondo le vaccinazioni evitano una cifra stimata in 2,5 milioni di morti».

Si arrendano dunque i complottisti. Senza vaccinazioni, antibiotici, chirurgia moderna e trapianti, l’aspettativa di vita non arrivava a 60 anni. Mentre chi sostiene la tesi avversa, circa l’avvelenamento collettivo con farmaci e scie chimiche, l’aspettativa di vita è oltre gli 80 anni. Continua la lettura di “Europa a rischio poliomielite”