Libia, migranti arrivano in aereo. Esultano Governo e Vaticano

Sono arrivati a bordo di un C130 dell’Aeronautica Militare, i primi 162 migranti grazie al primo corridoio umanitario, frutto di un lungo lavoro che ha coinvolto l’Italia, il governo libico, l’Onu e il Vaticano, rappresentato dalla Conferenza Episcopale Italiana.

In Italia i migranti, grazie all’accordo tra Governo e Chiesa, verranno inseriti nel sistema Sprar e accolti in sedici diocesi in tutto il Paese: da Arezzo a Benevento, da Treviso a Varese, da Milano a Reggio Calabria. A tutti è stata concessa la protezione internazionale e verranno inseriti in un percorso di lavoro e integrazione.

Il presidente della CEI, monsignor Gualtiero Bassetti, ha definito «la giornata di oggi una bellissima antivigilia di Natale: questi piccoli, dopo tante sofferenze e lacrime, hanno trovato accoglienza. La nostra casa è la loro casa, la nostra patria e la loro patria».

Il costo dei nuovi arrivati, escludendo i minorenni, varierà dai 5.346,00 € ai 6.642,00 € al giorno, che in un mese si moltiplicheranno raggiungendo una cifra che oscilla dai 165.726,00 € ai 205.902,00 €. Ovvero da 1.951.290,00 € a 2.424.330,00 € l’anno.

Comments

comments