La madre è no vax, il giudice le toglie la potestà genitoriale

Una storia che arriva dal Veneto.

La storia grosso modo è questa: la figlia minorenne vuole vaccinarsi, la madre è no vax, ma il padre è d’accordo. Finiscono in tribunale, nel Veneto, e il giudice stabilisce che la piccola può ricevere l’inoculazione e sospende temporaneamente la potestà alla genitrice.

Il giudice ha fatto benissimo. Ha applicato la legge alla lettera per tutelare la salute della ragazza. L’ignoranza, le paturnie, i capricci, i dispetti tra coniugi non possono avere esiti negativi sui più deboli.

Le situazioni poi vanno valutate per quello che sono. Il giudice, inoltre, non ha dato ragione ad un genitore a discapito dell’altro, ma ha assecondato la volontà della ragazza che, seppur ancora minorenne, ha già un’età tale per potersi autodeterminare.

Condividilo!

Informazioni su Pietro Serra