Seconda fumata nera al Quirinale

Ancora un nulla di fatto al Quirinale.

Secondo giorno di votazioni, secondo giorno di nulla di fatto. Ancora una volta i partiti hanno dato il peggio di se non trovando un accordo, che si sarebbe già dovuto avere da tempo.

Spesso anche la stampa deborda dal suo compito di informare, per tentare in modo inelegante e spesso falso, di piegare il Parlamento ai desideri degli editori di trasformare la Repubblica parlamentare, in Repubblica presidenziale di fatto.

La cosa si potrebbe anche fare. Purché il cambio avvenga rispettando la Costituzione che regola i cambiamenti stessi.

Condividilo!

Informazioni su Pietro Serra