“Vorrei un Presidente che difenda gli interessi italiani”, la lettera

Io voglio un Presidente della Repubblica che difenda gli interessi italiani, che faccia la volontà del popolo italiano, che non faccia di parte dei partiti, che faccia rispettare la Costituzione, ma soprattutto che non faccia nascere il governo all’interno del Palazzo.
Per questo credo che Berlusconi sia l’unico che possa fare tutto ciò”.

Alessio Muceli
Militante Fratelli d’Italia

Carissimo Alessio, anzitutto grazie per la lettera.

La questione che poni, circa l’elezione del nuovo presidente della Repubblica, offre diversi spunti di riflessione. Non entrerò nel merito delle diatribe tra i partiti, non mi compete. Piuttosto, come già affermavo in una riflessione precedente, la candidatura al Quirinale di Silvio Berlusconi offre due chiavi di lettura.

La prima sancirebbe, com’è stato detto a più riprese, un riconoscimento per il lavoro svolto durante la sua carriera politica. Se è vero che il centrodestra è unito, tuttavia è bene sottolineare che, al di là delle dichiarazioni d’intenti, forse la candidatura di Silvio, almeno per quanto riguarda Fratelli d’Italia, partito nella quale militi, non è sicuramente la più eccellente.

Difatti, e giungiamo alla seconda chiave di lettura, qualora al posto di Berlusconi venisse eletto Mario Draghi, sarebbe conseguente la caduta del Governo e le eventuali elezioni anticipate consegnerebbero Palazzo Chigi nelle mani di Giorgia Meloni che, stando agli ultimi sondaggi, passa dal 16,3 al 19,6 (+3,3%).

Condividilo!

Informazioni su Pietro Serra